Allergia al nichel

Il nichel è un metallo pesante pressoché ubiquitario perché presente, seppure in misura variabile, in moltissimi oggetti di uso quotidiano e negli alimenti più comuni.
L’allergia e l’intolleranza al nichel sono reazioni sempre più diffuse e possono presentarsi a livello cutaneo ma non solo.

In particolare, l’allergia al nichel è la causa più comune di dermatite allergica da contatto (DAC), un tipo di reazione dovuta a iperattività della cute che produce infiammazione cutanea e si manifesta con lesioni simili a quelle dell’eczema: prurito, arrossamento, gonfiore, bruciore, lesioni squamose e vescicole. In alcuni casi perdita di siero che porta alla formazione di croste. Solitamente la dermatite compare tra 12 e 48 ore dopo l’esposizione al nichel e può persistere anche per diversi giorni.

In caso di allergia da contatto vengono colpite solo le parti del corpo esposte all’allergene: le aree più colpite da allergia al nichel sono le mani e il viso ma la dermatite può comparire anche in altre zone…

Sorgente: Allergia al nichel – Paginemediche

Precedente Ernia inguinale: sintomi e trattamento Successivo Apnea notturna: cause e rimedi