Aneurisma cerebrale: sintomi e terapie

Non sempre sintomatico, se si rompe può provocare conseguenze anche gravi. L’intervento chirurgico è una strada da percorrere, ma è non l’unica.

Un vaso sanguigno all’interno del cervello, di solito un’arteria, si dilata: ecco come si forma un aneurisma cerebrale. Non sempre questa condizione si manifesta con sintomi evidenti, ma individuarla in tempo è cruciale per prevenire eventuali danni gravi.

Un aneurisma si forma perché la parete di un vaso sanguigno è troppo debole e non riesce a reggere la pressione del sangue che lo attraversa. Quando l’arteria cede, provoca il rigonfiamento chiamato aneurisma.

Non sempre l’aneurisma provoca sintomi facili da individuare, a meno che non sia di dimensioni piuttosto grandi. In questo caso, infatti, potrebbe premere contro nervi e altre aree del cervello, dando disturbi….

vai all’articolo…

Precedente Melena Successivo Sindrome da burnout: cos’è, sintomi, cause, cura e prevenzione