Aritmie

Per aritmia si intende una alterazione del numero di battiti cardiaci al minuto, ovvero del ritmo o della frequenza cardiaca. Questa alterazione può dare adito a due diverse condizioni: a tachicardia nel caso in cui il cuore batta troppo velocemente o viceversa a brachicardia, quando il ritmo è troppo lento. Nella maggior parte dei casi, e indipendentemente dalla loro natura, le aritmie sono più fastidiose che pericolose, fatto salvo quelle ventricolari.

Seppure di rado può capitare che queste alterazioni del ritmo cardiaco impediscano al cuore di svolgere efficacemente la sua funzione, ossia di riempirsi completamente e pompare il sangue nelle quantità e con la frequenza necessaria a tutto l’organismo, danneggiando in particolare il cervello, i reni e lo stesso muscolo cardiaco….

Fonte: https://www.fondazioneveronesi.it/magazine/tools-della-salute/glossario-delle-malattie/aritmie

Precedente Tumore del pancreas o neoplasie del pancreas Successivo Fibromialgia