Extrasistole: oltre quale valore occorre preoccuparsi?

L’extrasistole è la forma di aritmia più diffusa. Nella maggior parte dei casi le extrasistoli, che possono riguardare sia gli atri sia i ventricoli del cuore, non causano danni o disturbi particolari. Sono spesso asintomatiche e possono insorgere in individui sani, senza cause apparenti, o soprattutto a seguito di cardiopatie esistenti o per effetto di stress, consumo eccessivo di bevande contenenti caffeina come per esempio caffè o energy drink….

Sorgente: Extrasistole: oltre quale valore occorre preoccuparsi? | Fondazione Umberto Veronesi

Precedente L'aspirina funziona per prevenire le malattie del cuore? Successivo Virus Hiv: per gli esperti c'è il rischio di una nuova epidemia