Fermenti lattici: cosa sono, quando prenderli e quali sono efficaci

Si sente spesso parlare di fermenti lattici, a volte il medico o il farmacista ce li consiglia in caso di problematiche gastrointestinali: diarrea, gonfiori addominali, cattiva digestione, colite, ecc. o dopo aver assunto degli antibiotici. Ma esattamente cosa sono, che ruolo svolgono e quali sono le situazioni in cui possono essere davvero d’aiuto?

Per capirlo bisogna fare un piccolo passo indietro e parlare brevemente dell’intestinoe in particolare della flora batterica che lo popola fatta di numerose specie (oltre 500)che svolgono diverse funzioni utili al nostro organismo. Non a caso l’intestino viene ormai considerato “un secondo cervello”, un luogo dove si svolgono funzioni essenziali per il benessere di parti del corpo anche molto distanti da esso…

Si sente spesso parlare di fermenti lattici, a volte il medico o il farmacista ce li consiglia in caso di problematiche gastrointestinali: diarrea, gonfiori addominali, cattiva digestione, colite, ecc. o dopo aver assunto degli antibiotici. Ma esattamente cosa sono, che ruolo svolgono e quali sono le situazioni in cui possono essere davvero d’aiuto?

Per capirlo bisogna fare un piccolo passo indietro e parlare brevemente dell’intestino e in particolare della flora batterica che lo popola fatta di numerose specie (oltre 500)che svolgono diverse funzioni utili al nostro organismo. Non a caso l’intestino viene ormai considerato “un secondo cervello”, un luogo dove si svolgono funzioni essenziali per il benessere di parti del corpo anche molto distanti da esso…

Sorgente: Fermenti lattici: cosa sono, quando prenderli e quali sono efficaci – greenMe

Precedente Gestire l’ansia e il panico attraverso la respirazione Successivo Vene varicose: un nuovo trattamento senza anestesia e indolore per eliminarle