I grassi favoriscono la crescita delle staminali del cancro al colon

62e4a505dbda47fd7f94a4ce4cd9a6af_f24707
Individuato il meccanismo che lega l’eccessivo consumo di grasso e l’insorgenza della neoplasia. Sul banco degli imputati le cellule staminali. Nuove tecniche di diagnosi precoce permettono di evitare il 30% delle colonscopie.
Il cancro del colon è una delle neoplasie più diffuse in Italia. Ogni anno si calcola siano oltre 50 mila le nuove diagnosi di malattia. Le cause principali che possono favorire l’insorgenza di questo tumore sono gli stili di vita e la familiarità. Numerose ricerche hanno infatti dimostrato che un consumo eccessivo di carni rosse, insaccati, farine e zuccheri raffinati, unito a una dieta povera di frutta e verdura può favorire l’insorgenza della patologia. Come spiega il professor David Sabatini, uno degli autori della ricerca, «una delle condizioni che maggiormente predispone all’insorgenza del cancro del colon è l’eccessivo consumo di grassi e la conseguente obesità. Partendo da questa relazione abbiamo voluto indagare a livello molecolare le ragioni del fenomeno». Precedenti studi hanno dimostrato che le cellule staminali intestinali, deputate modellare e mantenere in funzione una delle porzioni del corpo in continua attività, sono quelle maggiormente predisposte ad accumulare mutazioni genetiche che portano all’insorgenza del cancro…

vai all’articolo…

I commenti sono chiusi.