La terapia per la psoriasi a placche? Un’iniezione sottocute

-psoriasi-trattamento-placche-ixekizumab-24384

Tre studi in fase 3 hanno evidenziato la bontà della molecola Ixekizumab nel trattamento della psoriasi a placche, la forma più comune.

Chi soffre di psoriasi sa che la sua condizione oltre a colpire la pelle è spesso collegata con altre gravi malattie sistemiche come il diabete, i disturbi cardiovascolari o l’artrite reumatoide.
La forma a placche è molto comune, alterna periodi di riacutizzazione e remissione, si presenta con chiazze squamose, che tendono ad allargarsi con il tempo e a comparire su tutto il corpo, in particolare a livello di gomiti, ginocchia, cuoio capelluto e polpacci

vai all’articolo…

Precedente Camminare scalzi: un toccasana per i nostri piedi Successivo Mastoplastica additiva, troppi casi al limite della legalità