Lo stress ‘nutre’ i tumori, farmaci contro l’ipertensione potrebbero bloccare il processo

laboratorio_scienziata_fg

Stress e tumori: una relazione pericolosa che ‘nutre’ il cancro, aumentando il rischio che il male che possa crescere e prendere piede nell’organismo. Un lavoro pubblicato su ‘Nature Communications’, coordinato dalla Monash University di Melbourne in Australia, con il contributo dell’Istituto europeo di oncologia di Milano, descrive il meccanismo attraverso il quale lo stress spalanca le porte al tumore, aprendogli nuove vie di fuga che gli permettono dicolonizzare altri organi e tessuti. Il bersaglio su cui agisce è il sistema linfatico: una strada già facilmente accessibile alle cellule malate, che lo stress rende ancora più comoda da percorrere. La ricerca dimostra anche l’efficacia di comuni farmaci antipertensivi, i beta-bloccanti, nel frenare questo processo. Un approccio che l’Ieo si prepara a testare in 2 maxi-studi…

vai all’articolo…

Precedente Tumore alla prostata: eiaculazioni frequenti possono allontanare il rischio Successivo I farmaci falsi viaggiano sul web, il 32% senza principi attivi