Obesità e diete: ecco come si riprende il peso perso

9621592bcae5ac8e46852c45cdf0dc65

Un’indagine condotta su quasi duecentomila persone obese mostra che in gran parte dei casi si incappa nell’effetto yo-yo. Perdere molti chili sin dal principio è un buon segno.

Dimagrire non è impresa semplice né uguale per tutti. Chi si occupa del tema dell’obesità, lo sa. E’ facile riguadagnare quanto si è smaltito con tanto impegno o perdersi nell’altalena del cosiddetto effetto yo-yo: un po’ perdo, un po’ recupero, un po’ riperdo e un po’ ri-recupero con un andamento complessivo che tuttavia, in genere, punta a salire. Uno studio presentato all’annuale meeting del 2016 della Società di Endocrinologia americana ha mostrato importanti differenze fra soggetti diversi e suggerisce che chi perde molti chili sin dalle prime fasi della dieta sembra avere migliori possibilità di restare stabili nel nuovo peso raggiunto. L’indagine è stata condotta controllando i referti medici elettronici di quasi178mila obesi che non avevano patologie tali da indurre un dimagrimento spontaneo e di cui risultavano le misure dell’indice di massa corporea prese per cinque anni di seguito…

vai all’articolo…

Precedente Glicemia alta: quali frutti è meglio mangiare? Successivo "Give me five": radioterapia curativa della prostata in 5 sedute