Reflusso gastroesofageo, quali sono gli esami utili per la diagnosi?

Il reflusso gastroesofageo è una realtà per centinaia di migliaia di pazienti. Si caratterizza per la risalita dei liquidi contenuti nello stomaco sull’esofago, fenomeno che comporta l’irritazione di quest’organo posto tra stomaco e faringe. I sintomi riguardano così questo distretto e possono presentarsi semplicemente con le difficoltà nella deglutizione, il rigurgito e il dolore toracico, ma possono anche comprendere la tosse secca, le crisi asmatiche, la raucedine. …

Sorgente: Reflusso gastroesofageo, quali sono gli – Salute 24 – Il Sole 24 Ore

Precedente Ipocondria o Disturbo da sintomi somatici e Disturbo da ansia di malattia Successivo Trattenere lo starnuto? meglio non farlo