Si può morire per un cuore spezzato?

corbis_42-52700592-630x360

Un grande dolore può aumentare il rischio di mortalità? Statistiche alla mano, sembra di sì.

La ragione non è univoca. Da un lato, ci sono le condizioni ambientali: il defunto e i sopravvissuti potrebbero essere stati sottoposti agli stessi fattori di rischio esterni o alle medesime predisposizioni genetiche. Dall’altro, c’è lo stress acuto che la perdita di un proprio caro procura all’organismo, dettato dal venir meno di un sistema di supporto (per esempio, se a morire è un coniuge) o dal senso di interruzione dell’ordine naturale delle cose, se a perire è un giovane.

vai all’articolo…

Precedente Le antiche virtu' del te', aiuta anche contro il raffreddore Successivo Meningite, ecco le cose da sapere