Staminali contro la sclerosi multipla, nuovo protocollo blocca la malattia

staminali_sclerosi_multipla

Gli effetti collaterali possono però essere molto gravi

In uno studio finanziato dalla Multiple Sclerosis Scientific Research Foundation un gruppo di ricercatori coordinato da Mark Freedman, esperto dell’Università e dell’Ospedale di Ottawa (Canada), ha dimostrato la possibilità di bloccare la sclerosi multipla attraverso un trapianto di cellule staminali. Pubblicato sulla prestigiosa rivista Lancet, lo studio ha coinvolto 24 pazienti, monitorandone lo stato di salute per un periodo variabile tra 4 e 13 anni dopo il trattamento, dimostrando la possibilità di evitare ricadute nei sintomi e la formazione di nuove lesioni di placche cerebrali, problemi tipicamente associati alla malattia…

vai all’articolo…

I commenti sono chiusi.